Vi spiego perché non vi fidanzerete a Milano

2005. Salotto di un bilocale molto disordinato.

Avevo 20 anni, ero single e frequentavo gli uomini milanesi.
Sì insomma Gesù. Nella prossima vita mi fai nascere bella, ricca e magra e ci rimettiamo in pari.
Il problema non ero io, né le mie coinquiline. Gli stronzi erano loro.
I milanesi, razza da studiare.
Ho deciso quindi di stilare 8 motivi per cui fidanzarsi a Milano risulterà più difficile che seguire una dieta durante le feste di Natale.
Chiameremo il maschio medio di questa lista, Gino. Capitemi. Se metto i nomi veri, qualcuno assolderà un killer.
E ricordatevi. Non è colpa vostra. Mai.

1- Di Gino voi non saprete mai nulla
Né prima, né durante né probabilmente dopo. Lo so, è dura.
A Padova funziona così. Conosci uno al bar. Meno di 12 ore dopo, ti saranno bastate due telefonate veloci per sapere: le ultime sue 3 relazioni (e spiare i profili Facebook delle ex, so che lo fate), dove lavora, di chi è amico, chi sono i suoi genitori, e, se avete agganci in banca, anche il suo estratto conto (così per dire, noi queste cose non le facciamo mai).
A Milano potete scordarvelo. NESSUNO saprà chi è lui.
Io ad esempio dopo 10 mesi di amore, evidentemente unilaterale, ho scoperto che Gino, che mi prometteva campi di papaveri e unicorni, in realtà era fidanzato da soli 7 anni con una. Mi ci sono voluti 3 giorni per alzarmi dal letto.
Ricordatevi: L’amore è eterno finchè non troverete qualcuno pronto a sputtanarlo. 

2. A Milano c’è troppa scelta
Buon per voi, chiaro. Ma purtroppo è anche buon per lui.
Dove hai almeno 6 ristoranti di sushi nella stessa via, Gino avrà una quantità di patonza più figa e, se possibile, più disponibile di voi.
E poiché Gino è deciso come un cucciolo di foca, voi non sarete MAI la sua ultima scelta. Perché ordinare hamburger quando può incappare in qualsiasi momento in una fiorentina?
Vi faccio un esempio. Dopo diverse notti d’amore, con un Gino pittore, costui si premurò di dirmi “Domani sera esco con una. Dopo ti dirò se mi piace più di te.” Il che io, 21enne sotto shock, gli risposi “Per me, domani sera puoi morire di morte brutta”. Fine dell’illusione. La mia, ovviamente.

3- Gino è una montagna russa umorale. Il suo ottimismo, gioia di vivere, attrazione verso di voi, sarà oscillante come un titolo di borsa. Se vi piace innervosirvi dietro a un Gino bisbetico, a qualsiasi ora del giorno e della notte, Milano sarà la vostra Disneyworld.
Uscite con un tipo favoloso? Ottimo. Godetevelo. Perché il giorno dopo potrebbe non esserlo più. Non importa che abbiano castrato il suo gatto, o abbia salvato una popolazione dalla malaria in Kenya. Lui sarà imprevedibile. Dalle stalle, alle stalle. Di stelle ne vedrete poche.
E poi non ditemi che non vi ho avvertito.

4- La seconda volta non è mai un caso.
Scordatevi di incontrare Gino per caso. In piazza, al locale più issimo della città, sul tram.
Una volta visto, non ci saranno altre occasioni. Per questo i Gini milanesi sono così veloci. Ti vedono in posta e ti invitano a cena. Fighissimo. Però sappiate che se sperate in un secondo incontro fortuito, il destino vi farà il dito medio. Quindi amiche, se posso darvi un consiglio: TENETEVELA la prima sera. È l’unico motivo per cui vi vorrà vedere ancora.

5- Sono emotivamente cauti.
Non importa che Gino abbia ancora l’acne o diriga una multinazionale. In fatto di sentimenti sarà generoso come un tavolino. Emotivamente pigro. Per non dire sterile.
Ad esempio. Con il mio ex Gino, milanese incallito, dopo 2 mesi di frequentazione, ebbi la malaugurata idea di preparargli un bagno caldo, perché, povera sciocca provinciale, pensai che gli potesse far piacere. Ero per caso impazzita??
Non fate il mio errore fanciulle.
Un bagno caldo sarà il gesto d’amore più eclatante ed esagerato che abbia mai ricevuto. E prima che l’acqua raggiunga la temperatura ottimale, lui sarà sulla porta e guardando in basso vi dirà Ti chiamo domaniAndate a fare shopping. Non lo vedrete mai più.

6- Sono latitanti
Manco fossero ricercati dalla DIGOS. Dovete prepararvi psicologicamente per questo.
Di 4 appuntamenti, Gino si dimenticherà del primo. E anche del secondo.  Buca galattica. Perché? Boh. Gli è morta la nonna, è stato rapito (non vi chiameranno per il riscatto, state serene), probabilmente è morto. Non lo saprete mai quindi mettetevi l’animo in pace.
Ad 1 se ne andrà dopo un’ora, perché il giorno dopo dovrà organizzare un meeting in cui decidere se bombardare la Kamchatka.
All’ultimo appuntamento  si comporterà come l’uomo perfetto. Non siate colpite anche voi da amnesia. Una memoria da elefante vi permetterà di mandarlo a cagare prima che lo faccia lui. Dopo la Kamchatka.

7- I suoi genitori sono off-limits 
Solo per voi, ovviamente. Al paesello la garanzia di avere un anello al dito è direttamente proporzionale a quanto i suoi ci adorino, ma a Milano le cose si complicano. La mamma di Gino sarà una creatura mistica. Mezza donna e mezza anguilla. Sfuggente. Non la incontrerete mai. Ad un certo punto vi convincerete che Gino sia stato cresciuto dai cani randagi, e di notte, mentre dorme lo indurrete ad ululare. Giusto per averne la conferma.
La mamma comunque c’è. È pure sana. E probabilmente liftata. Ma lui ve la terrà nascosta. Come il terzo segreto di Fatima. E addio anello nel giro di 6 mesi. Ci sono passata. Credetemi.

8- Lui è la sua priorità 
Poi arrivano il lavoro, gli amici, il calcio, il locale sotto casa, la settimana della moda. Voi, nella lista dei suoi principali interessi, siete tra il panino alla mortazza del pranzo, e la cugina di quarto grado da andare a trovare la domenica.
Lo so. Vi hanno raccontato che prima o poi arriverà un uomo splendido con cui iniziare una vita bellissima.

Cercatelo da Crotone in giù, signore.

Buona fortuna ragazze. A quelle che si stanno accanendo su un milanese, a quelle che ci sono passate e dicono “Mai più, grazie mille”, e a quelle che ci passeranno.

Perché volenti o nolenti, un milanese nella vita capita a tutte.

Questa voce è stata pubblicata in L'amore secondo MaryG, Uomini merdosi.

Commenti

  • gino

    ma che ti frega di fidanzarti…
    non capisco, è così importante?
    è l’ultima cosa che dovrebbe importarti,
    tanto è solo una cosa finta che c’hai in testa.
    un simbolo vuoto, antico e decadente.
    se sei veramente cinica, evita di scrivere sti sfoghi inutili e
    adolescenziali. avere un fidanzato / a rompicoglioni o no sempre attaccato.
    ma che palle.

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Primo. Il tuo non è cinismo, ma essere maschio medio. Non ci si fidanza per disperazione, ma perché si trova qualcuno che porti una felicità alla nostra vita, maggiore di quella che potremmo auto procurarci.
      Secondo. Se tutti la pensassero come te, la popolazione si estinguerebbe in due generazioni.
      Terzo. Sembri una donna in pre mestruo. Dai su.

      • Mino

        Nessuno può renderti felice. Solo te stessa.
        Io però amo Gino.

        • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

          Ma va? Grazie eh, mi hai aperto un mondo

          • Mino

            Adesso te ne apro un altro:
            >>”qualcuno che porti una felicità alla nostra vita”

            boh, non so, fa’ ‘n po’ te.

          • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

            Una felicità maggiore rispetto a quella che riusciamo ad avere da sole. Leggi. C’è scritto.
            Non è difficile da capire. Se da sola sono felice 7, mi fidanzo solo con chi mi rende felice 8, sennò sto da sola, perché di un fidanzato a tutti i costi non c’ho bisogno.
            E mi pare che sia un ragionamento normale, se tu stai con chi ti rende infelice, allora abbiamo un problema.

          • Mino

            Cioè il mondo si divide in chi ti rende felice e chi ti rende infelice?

          • Mino

            E comunque questo ragionamento mercantile di 8>7 è proprio da Gino. Se dovessimo stare a guardare solo al bilancio tra gli sbattimenti di cazzo e i vantaggi è ovvio che la prostituzione e l’estinzione sarebbero l’unica risposta.

      • Gino

        Mi autoprocuro tutto quello di cui ho bisogno… Felicità compresa. Poi ora puoi fare i figli in provetta, così puoi anche star certo che l eredita andrà a un tuo discendente. Quindi niente partner in mezzo alle palle per tutta la vita. Per quando riguarda l estinzione sarebbe meglio iniziare a procreare meno che siamo troppi.

        • Mino

          Ti amo Gino, scappiamo insieme!
          Saremo felici autonomamente insieme tutta la vita! E nessuna procreazione dato che siamo entrambi senza utero.

        • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

          Sei proprio un Gino infatti.

  • http://Facebook Anto

    Omygod…io vivevo a Milano ed era proprio così. ..ma ora vivo in una stupida provincia ed è ancora così. .. huston abbiamo un problema

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Cristoddio, sì.

  • NonGino

    Sei Salvini, dillo.

    • Jimmi

      ma chi ha scritto questi punti? geniale….ma “a criticà, in bun tucc'” come si dice a milano…
      il punto è che hai beccato il Gino sbagliato…

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Se fosse stato uno ti avrei dato ragione. Ma per uno non lo avrei scritto un post.
      Qui si parla a numeri a 2 cifre.
      Quindi la sfiga o che mi perseguita, o che non c’entra.

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Ahahah no. Giuro

  • http://www.ominoleo.blogspot.com Ominoleo

    Mi sto pisciando addosso dal ridere… bel post.
    Io sono della provincia di Cuneo dove ancora i tori vanno in giro per i paeselli liberi… però sono stato a Milano per un po’ senza rendermi conto di nulla.

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Sei uscita indenne da Milano! Chapeau ragazza!

  • Martina

    Io concordo pienamente sui punti 4-5 e 6!!!!! anche io ho beccato quello che mi diceva di avere la nonna malata…. e poi la cosa più bella è che mi chiedeva di uscire ma poi non fissava un appuntamento con luogo data e ora……non sono seriamente normali…….

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Guarda, non l’ho ancora capito.
      Comunque quello che fa ammalare la nonna deve morire di morta brutta

  • la Milanese Imbruttita

    É che siete le classiche donne tutto casa e famiglia che vogliono sitemarsi prima dei 30 anni e avere i nipotini entro i 60, con una visione della donna che si é fermata ancora gli anni 50!
    Ai milanesi non frega nulla di sposarsi e spesso é la vita lavorativa che la fa da padrona (con tutti i pro e i contro del caso).
    A milano quello che trovi é il “one night stand” a parte casi di natura eccezionale.
    E le milanesi, da donne indipendenti che sono, l’anello al dito se lo mettono da sole.

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Veramente fotte di sposarmi anche a me. E considerato che all’epoca avevo 20 anni, fregava ancora mano.
      Le milanesi, se fosse come dici tu, non concepirebbero e non si sposerebbero da almeno due lustri.

  • Anonimo

    figa che tristezza.. non so se sia più poveraccio lui che te l’ha chiesto o tu che hai accettato una proposta di matrimonio da parte di una persona che conoscevi da un mese!

  • Anonimo

    Puoi farti vedere in fotografia?!?! Probabilmente c’è. La spiegazione di tutto

    • Anonimo

      mamma mia che tristezza di commento, fatti una risata ché si scherza qui!!!

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Mamma mia oh. Adesso ho capito perché ho scopato poco a Milano. Tutti come te, mi sono capitati.
      Pesanti e rompi balle! Fati una risata va, che domani potrebbe andare peggio!
      Ps. Hai circa 10 foto di me alla tua destra. Vai in pace.

  • Anonimo

    in pratica non è possibile fidanzarsi con un milanese per un sacco di motivi, non perche siano le donne….incredibile, e io che ensavo che le colpe di un rapporto fossero da entrambe le parti! diciamoci la verità non è che le donne non rasentino la psicosi spesso e volentieri, quindi, se un rapporto non va non è perchè non c’è comunicazione e accettazione? credi davvero di non avere colpe!? se magari invece di cercare i difetti altrui provassimo a sistemare i nostri, a capirci e tollerarci, e non aver paura delle ferite che abbiamo subito tanto da farci condizionare….magari i rapporti funzionerebbero!

  • http://statodigraziaachi.wordpress.com Stato di grazia a chi?

    1) Post veramente divertente e brillante
    2) Complimenti
    3) Concordo su tutto o quasi. A me, però, un milanese mi ha incastrato in un matrimonio, e in sua difesa devo dire che c’è molto del meridionale in lui. Ed io, che lo sono al 100%, l’ho trovata una conditio sine qua non decisiva
    4) Abbiamo uno stile molto simile, per cui dimmi che non fai più la blogger, perchè quelle brave come me non mi piacciono 🙂

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Sei stata fortunatissima!! Un bacio

  • Anonimo

    Non si può avere un riassunto?

  • Simone

    E’ molto piu facile che sia una donna ad avere 1000 precedenti da nascondere a milano..ribalti il discorso ed ecco la risposta del perche tutto cio’ accade

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Ma sì, anche le donne sono stronze, non siamo tutti uguali, i milanesi razza meravigliosa, blablabla.
      Un po’ di leggerezza dai.

  • Anonimo

    Torna al paesello allora!!!!
    Cmq hai frequentato posti sbagliati mi sa….

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      In effetti in 5 anni di Milano, saranno stati sbagliati i posti! I posti. I posti.
      Ciao nè.

      • Anonimo

        Direi di si, perchè ti assicuro che ce ne sono tanti di locali e luoghi in cui puoi trovare persone fantastiche e con più di due neuroni……nata e cresciuta a milano nè!!!!

  • Veronica

    sono milanesissima, e tanti aspetti, esasperati sono veri… e divertenti…
    Brava

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Grazie mille!

  • Meredith

    Fidati, mia adorata MaryG, da milanese ti assicuro che anche nel resto d’Italia si comportano allo stesso modo. Quella che prima era un’epidemia sta diventando una vera e propria pandemia!

L'amore secondo MaryG

Iscriviti alla Newsletter