Tornare con l’ex? Meglio la lobotomia

Il cervello femminile funziona in modo molto bizzarro.
Prendiamo ad esempio una relazione amorosa dove l’uomo si è comportato di merda e l’idillio volge al termine.
Lei passa momenti di traGGGedia alternati a istanti vivaci da single.
Poi una sera, magari a novembre, magari quando le strade iniziano a riempirsi di trashissime luminarie con Babbi Natali appesi col culo di fuori e i panettoni Bauli pullulano sui banchi dei supermercati, lei sente che le manca qualcosa. O meglio, qualcuno.
Qualcuno che le dica Buongiorno amore mio, qualcuno a cui regalare storte sciarpe di lana, qualcuno che la accompagni ad interminabili pranzi con parenti cagacazzi che prima di sapere se il colesterolo la ucciderà, le domanderanno: “Allora, dov’è Tizio? Ci piaceva tanto”.

Allo stesso tempo, prendiamo una relazione terminata perché lui era insopportabile e Lei aveva ben chiaro che piuttosto che finire all’altare con uno così, meglio una pustola vaginale.
Solita scena. Luminarie, parenti, nessuno che le regalerà il bracciale di Tiffany manco sto anno.
In entrambi i casi, Lei dimenticherà all’istante quanto Lui fosse la reincarnazione di Casanova o di Leone il cane fifone e prima di addormentarsi, ripercorrerà i momenti belli della sua storia d’amore. Quando il perfido maschio era adorabile e quando l’inetto era interessante.
Tutte le urla, le incazzature si dissolveranno all’istante, i problemi? Quali problemi!
A nulla serviranno le amiche come gruppo di sostegno.
“Ma se l’hai lasciato perché voleva farsi anche il tuo cane!”
“Ma va, era solo dolce, sono io che non l’ho compreso”
“Ma se l’hai lasciato perché era più simpatico il tavolo della cucina!”
“Ma no, ero io intollerante, lui era speciale”.
“Ma se non scopavate da mesi!”
“Ma sì, non mi depilavo, la colpa era mia”.
Lo so. La solitudine fa schifo e la paresi sessuale è anche peggio. Ma ha senso darsi millemila giustificazioni per non arrendersi al dato di fatto? Ovvero che cercare un nuovo uomo è molto più complicato che riscaldarsi un piatto di Quattro Salti in Padella. Anche se si sa che sarà immangiabile, perché la mozzarella filante il giorno dopo non sarà più filante e quelli che ci si aspettava rimanessero  gamberetti dell’Indonesia ora sono micro francobolli dal sapore di plastica.
Ma pazienza. Piuttosto che niente è meglio piuttosto, ho 30 anni, le amiche si accasano, ricominciare l’iter degli appuntamenti è un’agonia, solo rimasti liberi solo gli psicopatici, eccetera eccetera.
Tutto vero, ma…
Ho provato a stilare i 10 motivi per cui tornare con un ex, sarà un successo come chiedere al direttore della banca 10.000 euro senza interessi.

1. Hai provato il baccalà. Ti fa schifo il baccalà. Al pensiero del baccalà, vomiti. Perché costringerti a buttarlo giù per forza? Te l’ha ordinato il medico?

2. Le uniche persone che cambiano sono i personaggi Disney e quelle in punto di morte. Per gli altri è durissima. Gli esseri umani adulti possono smussare qualche spigolo vivo, ma non muteranno nella forma e nell’odore. Facciamocene una ragione.
L’hai lasciato perché non si lavava i piedi? C’è speranza.
L’hai lasciato perché era inaffidabile, immaturo e non voleva una famiglia? Ti risparmio lo sforzo. NON E’ CAMBIATO NULLA.

3. Se pensi che è meglio mal accompagnate che sole, ti devo avvisare, sorella. La solitudine la puoi gestire. Una persona di merda no. E alla fine una persona di merda ti farà sentire più sola e più vuota di qualsiasi vigilia di Natale passata con il tuo gatto anafettivo.

4. Accontentati di usare per il secondo anno di fila quel golfino rosso infeltrito. Al massimo ti selezioneranno per una puntata di Ma come ti vesti?, che è sempre meglio di essere tra le concorrenti di La mia ossessione. 
Le persone devono essere volute nella propria vita. Ti puoi accontentare dei funghi al posto delle patate per cena, non della persona che si sveglierà tutti i giorni al tuo fianco.

5. Harmony docet. Ci siamo incontrati quando non era il momento giusto. Ci amavamo, ma non potevamo stare insieme. Siamo maturati e ora è il nostro momento. 
No baby. Se due persone sono compatibili lo sono ora e fra cent’anni. 
Lo insegnano le amicizie. Le mie ConfiAmiche per eccellenza, sono le stesse dai banchi da scuola. Certo, se ne sono aggiunte altre, con alcune ci sono più scontri, con altre c’è meno voglia di fare le 6 del mattino abbracciate al cofano della macchina per colpa di un Mojito di troppo, ma ci sono ancora. Tutte.
A 20 anni, in aula studio conobbi una ragazza che per me era insopportabile. Di quelle anoressiche, fighette, arroganti ed irritanti. L’ho rivista questo weekend. E’ sempre anoressica, fighetta, arrogante ed irritante.
Giustamente si circonda di amiche che l’apprezzano. Io non sono tra quelle.

6. Sei terribilmente curiosa di sapere se nel lasso di tempo in cui vi siete detti Addio e Ciao, come è bello incontrati di nuovo, lui abbia appreso delle nuove tecniche sessuali che l’hanno fatto progredire da Homo Inespertus a Homo Siffredus. Lo so, ci siamo cascate tutte.
Quindi ci rifai un giro in giostra e le possibilità sono tre: Ti piace un casino, ti lascia indifferenti, ti fa schifo. Se ti piace, inizia una paturnia degna da premestruo costante. A lui sarà piaciuto? Se non mi chiama? Se mi ha usata? Peggio dell’uomo nuovo con cui sei preparata a questo tipo di drammi, c’è l’ex con cui NON pensavi di provare più nulla del genere.
Se la performance è stata divertente come la Traviata in 7 atti per la durata di 8 ore consecutive, beh, sai di aver perso tempo = fritti grassi per cena che tirano su = +600 grammi sulla bilancia la mattina dopo.
Se fa schifo sei conscia che potevi stare a casa a guardare i tramacci sessuali di Brooke Logan, sapendo che lei, in fatto di sesso, non sbaglia mai. Tu sì. E correrai anche il rischio che il povero Lui ti si attacchi come una cozza. Cheppalle!!

7. Ci esci. Stare con Lui è bello. Più bello di prima. Poi finisce. Ancora.
Non importa di chi sia la colpa. Dovrai sollevarti di nuovo dalla stessa persona che ti ha deluso in passato. Dovrai raccattare i cocci della tua autostima andata in pezzi, again and again. 
Uscirne la prima volta è più semplice. La seconda avrai la certezza che potevate evitarlo, che ti sei fatta del male, nel pieno delle tue facoltà mentali. Patata bollente, da digerire.
Una tragica tempesta emotiva, che a confronto, l’Odissea era un trip di funghetti.

8. A 25 anni avevate bene o male gli stessi interessi. Uscite, bevute, sessioni di sesso no limits, porno, cinema e amici.
Ora hai 30 anni. Con tutto ciò che implica. Ti senti una donna che vuole concretizzare se stessa ed il suo universo. Lui ha 30 anni. Con tutto ciò che implica. Si sente incastrato in un’età in cui non è ben chiaro se vuole costruirsi una famiglia o una sala da biliardo.
Tu sei sicura di ciò che vuoi. Lui no. Sogna ancora un Labrador con te. Ma vorrebbe anche una squillo che gli massaggi il prepuzio alla fine di una giornata di lavoro. Ma la beffa è che lo sapevi che non era pronto ad una vita a 2. E allora perché hai insistito?

9. Le tue amiche lo odiano. Che ti abbia distrutto l’ego o che sia stato insopportabile per il 90% della vostra relazione, loro hanno dovuto sorbirselo a lauree, feste e cene. Quando vi siete lasciati hanno brindato come se fossero state sorteggiate per un weekend con Di Caprio. Ora chi glielo dice che dovranno far finta di esultare nel rivederlo?

10. Sei pronta ad affrontare cosa ha fatto tutto questo tempo senza di te? Perché non resisterai alla curiosità di sapere se si è blindato in casa a piangere o se si è scopato la nazionale russa di rugby femminile. Se facciamo una domanda, bisogna anche aspettarci di non amare la risposta.
Solo questo motivo dovrebbe spingerci a bloccare su Facebook tutti quelli con cui siamo andate a bere uno Spritz.

“A tutti gli amanti scartati dovrebbe venir data una seconda possibilità, ma con un’altra persona.”
-Mae West-

Questa voce è stata pubblicata in L'amore secondo MaryG, Relazioni.

Commenti

  • Pingback: Tornare con l’ex? Meglio la lobotomia | daniper()

  • http://www.facebook.com/1512806399 Valentina Campisi

    Sorella Mae West ha detto cosa buona e giusta! tu ne hai dette 10! n.1 sono d’accordissimo con te…gli ex sono fatti per le altre basta! :*

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Grazie!! Un bacione

  • Anonimo

    Hai un modo di scrivere molto divertente…e comunque è vero 🙂

    • http://confessionidiunamente.wordpress.com ConfessionidiunaMenteCinicaIstericaeRomantica

      Ti ringrazio!

  • http://www.facebook.com/100003709057972 Il Cabri

    ..eppure, nonostante questi tuoi consigli, son certo che là fuori tante ragazze spaurite, continueranno a dare seconde e terze chance ai loro ex di turno, ripromettendosi di non cascarci più, magari dandosi forza nel rileggere proprio questo tuo post.. e tanta gente continuerà a guardare la Barbara D’Urso.

  • cigi

    “Lo sapevo che non era pronto per una vita a due. E allora perché ho insisito?”. ….. perchè fondamentalmente sono ancora innamorata, e anche se non lo cerco, non lo vedo e non lo sento,ammetto (con tanta vergogna) che se domani mattina me lo dovessi trovare con un mazzo di fiori sotto casa… beh, me lo riprenderei “nonostante tutto”. E in quel tutto c’è davvero di tutto ahimè, dai tradimenti alla mancanza di fiducia, rispetto, e stima. Ma vado avanti per la mia strada, perché so che non tornerà, e pur con la mia scarsa autostima, non farò nulla per riprendermelo, quello no. Forse in questo sta la mia autostima. Bella la citazione finale, non la conoscevo!

  • vanessa

    Ciao anke io sono stata lasciata è stata anke un po colpa mia e vorrei tanto rivederlo abbracciarlo ma è impossibile

  • Vit

    Ok hai ragione ma riprovarci la 3 volta e dopo 20 anni dalla seconda . Io ho decisamente di più di 30 anni, lui non è cambiato molto. Sarà che non ci siamo fatti abastanza male?

L'amore secondo MaryG

Iscriviti alla Newsletter