Chiacchiere promiscue

“L’ho conosciuto due sabati fa”
“E come è andata?”
“Carino. Single. Trent’anni circa. O di più. O chissenefrega. Insomma. Mi ha chiesto il numero, poi mi ha scritto un sacco, tutti i giorni e giovedì siamo usciti a cena. Gli ho domandato cosa volesse da me”
“No, dimmi che non glielo hai chiesto”
“Sì invece, perché?”
“Non lo vuoi sapere. Vai avanti”
“Mi ha risposto che non cerca nulla”
“Ma non mi dire”
“Sì, ma lo stesso vale per me. Circa. Gli ho fatto sapere che sono uscita con lui per curiosità ma che non è il momento per nulla di serio. Comunque mi ha invitato a salire a casa sua e ho rifiutato”
“Perché?”
“Perché sì dai. Così alla prima sera. Poi faccio la figura di…”
“Di cosa?”
“Boh. Non mi andava. Comunque ci sono andata a letto ieri. Ci siamo trovati ad un ape e abbiamo puntualizzato che tra noi non c’è niente di serio”
“Bizzarro come abbiate sentito l’esigenza di mettere in chiaro che non vi innamorerete due volte in una settimana”
“Sai com’è. Poi si spaventano. Alla fine sono andata da lui. E’ stato bellissimo. Non ricordavo da quanto non scopavo così. Ero a mio agio. Poi lui è bravissimo. Vuoi i dettagli?”
“Ovvio”
– Su – Giù – A destra – Lingua – Sì, come mi piace – Girati – Sei bella – Anche tu – Era da tempo che non impazzivo così – Anch’io – Vengo – Fine –
“Bene quindi!”
“Molto. Oggi però non mi ha scritto”
“Ripetimi che non volevi niente, era solo sesso, blablabla”
“Sì certo. Però neanche un messaggino su WhatsApp. Un Buongiorno, un Sono stato bene, un Lalalalala fammi godere, niente. Dai non guardarmi così, è successo anche a te. Ti scopano e poi nulla. Io me la sono anche filata dopo l’orgasmo, perché so che piuttosto che passare la notte con una donna, si farebbero tagliare la pelle dello scroto per farci un portamonete, però…”
“Fammi capire. Accetti di scopare con uno, sparisci e vorresti un messaggio il giorno dopo?”
“Sì, è una cosa stupida lo so. È solo che così mi fa sentire come…”
“Come cosa?”
“Dai hai capito”
“Ma cosa ti aspettavi? Hai detto che non cercavi nulla, hai orgasmato meno di una settimana dopo averlo conosciuto, sei scappata dopo il sesso e ti preoccupi di un messaggio? Hai fatto quello che volevi con il tuo corpo, hai giocato alla femme fatale, hai indossato i panni di Messalina e ora vorresti un riconoscimento degno di Giulietta? Amica, ti sei rincoglionita? Quanto è passato dal vostro incontro?”
“24 ore”
“Ah okay. Non sei tu. È il tuo corpo”
“Scusa?”
“Dopo l’orgasmo il tuo corpo libera ossitocina, un ormone che crea legame. Solitamente smette di circolare nelle 24 ore seguenti. È per questo che brami attenzioni”
“Che significa questo?”
“Che dopo aver fatto sesso, il tuo organismo si sentirà emotivamente legato a quello stronzo con cui ti sei rotolata nel letto; è un fattore antropologico. Ma stai serena, l’effetto svanirà a breve e sarai salva”.
“Come fai a saperlo?”
“Perché mi è accaduto mille volte. La soluzione è semplice. Il giorno seguente all’amplesso spegni il telefono, vai a fare shopping, incontra le amiche. Passate le ore cruciali, andrà meglio”
“Figata, non sapevo, hai altri consigli?”
“Sì. Piantala di recitare un ruolo che non ti si addice. 
La promiscuità sessuale è divertente solo se sei promiscua. Sennò è triste”.

Questa voce è stata pubblicata in MaryG world, Mondo femminile.

Commenti

  • Martina

    Ahahaha! Mitica!!

MaryG world

Iscriviti alla Newsletter