C’ho le corna? Sticazzi.

Avete mai fatto caso che quando si discute di fedeltà è come combattere in un’arena piena di belve incazzate?
Ognuno ha le sue convinzioni solide come il granito e tende a non concepire quelle degli altri. Non esiste tema su cui io mi sia scontrata così tanto con le mie amiche.
C’è chi Se mi tradisce può cambiare casa, città, stato, sistema solare.
C’è chi Preferisco non saperlo.
C’è chi Faccia quello che vuole basta che torni a casa.
C’è chi Ma sì una scopata ogni tanto nobilita l’uomo e incita il fidanzato a fare meglio.

Non esiste un argomento che scaldi di più gli animi delle corna.

E io in passato me le sono prese, le corna. Vorrei poter dire di essermele prese con classe, ma così non è stato. Me le sono prese e basta, come ce le si prende di solito, prima di nascosto, poi con codardia mischiata a bugie, poi con vergogna.
Negli anni ho cambiato tante volte idea, sono passata dal Se mi tradisce lo eviro a Se mi tradisce significa che me lo sono meritata, con tutte le sfaccettature nel mezzo.

Ora che ho superato i 30 e penso di aver acquisito – insieme a un corredo nuovo di rughe – un certo equilibrio, ho capito che ogni coppia ha le proprie regole sul tradimento che sono insindacabili.
Vivo da 5 anni con un uomo e anche noi abbiamo la nostra regola: Conosci tutte le persone del mondo e confrontale con quello che hai a casa.

Io non voglio che il mio uomo mi sia fedele per morale.
Tipo Vorrei tanto uscire con Lei ma non lo faccio perché non si può. Siamo grandi, possiamo fare tutto. Non posso e non voglio vivere in un rapporto dove Non si può.
Sto insieme ad un adulto che ha occhi per guardare e un cervello per pensare. Non sarò mai la donna che dice “Non guardare quella per strada”, che sono, sua madre che lo obbliga a non mangiare la marmellata?
Sarà che il paragone con le altre non mi ha mai spaventata, sarà che l’invidia è una delle poche caratteristiche che non mi appartiene, ma so benissimo che là fuori è pieno di donne magnifiche e molto più gnocche di me. E quindi? Quindi sticazzi.
O no? Dovrei essere quella che quando ne passa una per strada obbliga Francesco a guardare per terra? Non lo farò mai, non mi abbasserò a una simile mediocrità; io sono meglio di così.
Le guardo le donne belle e spesso le fermo per dire loro che sono belle. E se Francesco è così cieco da non vederle, gliele mostro io. Che tipo di minaccia c’è in tutto ciò? Che ne veda una stupenda e perda la testa? Se gli basta così poco per sostituirmi nel suo cuore, la sconosciuta può pure tenerselo.
Io non voglio un cane a cui tirare il guinzaglio quando vede una donna che ipoteticamente può piacergli.
Io voglio semmai che vada da lei, la conosca, e la paragoni a me. E se perderò il confronto sono pronta a farmi indietro. Anche dopo 5 anni di storia, 5 anni di convivenza e un figlio.

Non è un invito a tradire, è un invito a scegliere sempre. A scegliersi sempre. Perché io so che sto insieme ad un uomo eccezionale. E so pure che là fuori di uomini eccezionali ce ne sono pochi. Quindi quando ne incontro uno che fisicamente mi piace e ci riesco a fare una conversazione sensata penso sempre Se fossi single gli darei una chance? Sì. (Sì dai, è sempre sì). Ma è meglio della persona che ho al mio fianco? No. Finora è sempre stato no. Tradire per me non ne vale mai la pena, proprio perché paragono quello che ho a chi ho appena conosciuto.

Lo so che suona strano, che suona come una resa dall’inizio, come un cammino che porterà inevitabilmente alla fine. Quello che sfugge ai più però, è che il Vorrei tradirti ma non posso porterà alla fine comunque, perché prima o poi questo alibi crollerà. Primo o poi l’istinto prevarrà. E io non voglio che il destino della mia storia d’amore sia basato sull’istinto, ma sulla razionalità.

Ti piace di più di me? Può darti cose che io non posso? È migliore di me? Che Dio ti benedica e vaffanculo, che vuoi che ti dica.

Ovviamente questo modo di pensare è condiviso dal mio fidanzato, altrimenti sarebbe una faccenda complicata.
Per lavoro e per passione viaggio molto, quasi sempre da sola.
Ho conosciuto in questi anni di donna impegnata uomini favolosi. Ma non così favolosi da farmi perdere la ragione. E questo perché vivendo in un regime di massima libertà, posso scegliere chi voglio accanto e Francesco vince sempre.

Questa per me è la fedeltà.
Poter scegliere chi voglio, ma scegliere sempre lo stesso.
Poter annusare chi voglio, ma non voler annusare nessun altro.
Poter scappare con chiunque, ma amare terribilmente la mia casa.
Poter far l’amore con uno sconosciuto ed invece desiderare quella pelle che tocco da 5 anni.

E se un giorno arriverà una donna che lo conquisterà di più, se un giorno arriverà un uomo che mi farà perdere la testa, beh, noi ci siamo promessi di essere sinceri e di scegliere ciò che ci rende più felice. Qualsiasi cosa sia.

Royalty-Free Stock Photography by Rubberball

Questa voce è stata pubblicata in L'amore secondo MaryG, Relazioni.

Commenti

  • Giorgia

    Mi piace come la pensi. Io sono una leggermente gelosa. Credo sia normale, non sono una da scenate, che spia SMS oppure mail, e nemmeno quella che vuole le foto delle amiche di lui. Come te so che ci sono donne più belle di me (non ci vuole molto), e quindi se il mio lui (ipotetico purtroppo) dovesse andarsene con un’altra peggio per lei. Io mi sono tolta uno che era infedele, e se lo era su quello quali altre balle mi aveva detto? quindi non sarebbe più un mio problema e tanto meglio. Non penso di essere una che perdona, non mi hai pestato un piede per sbaglio. Ami un’altra persona e ci vai a letto, e diverso. Quindi non fa per me. Quando sono stata fidanzata, anche io paragonavo gli altri a lui, e nessuno era mai meglio. E se fosse, io preferisco lasciare il mio fidanzato e poi frequntare l’altro.

  • totoro

    Non intraprendete la strada del “non puoi” non è una scelta. Possiamo raccontarcela in tutte le salse che ci pare, ma non avremo mai (fortunatamente) il potere di decidere cosa può o non può fare il nostro compagno, neanche volendolo. Non si può far altro che accettare e anche apprezzare il fatto che stare insieme é una scelta continua.

  • Joe Di Maggio

    Bellissimo modo di pensare, bellissimo.
    Illuminante

  • Carmela Carfagnini

    La penso esattamente come te, anche se il confronto con le altre non lo vivo così alla leggera. Il problema però è che ora gli uomini preferiscono tradire e rimanere lo stesso con la compagna. Sono codardi lo sappiamo, quindi perché scomodarsi a rovinare tutto quando si possono avere entrambe le cose? E il problema delle corna è lì, nel rimanere cornuti

L'amore secondo MaryG

Iscriviti alla Newsletter