Non ci piacciono stronzi, ci piacciono decisi

prettywoman

Alzi la mano chi vuole farsi trattare di merda.

Io no di certo.
Ho un’autostima creata con fatica in anni e anni di Non sei abbastanza per me, mi piacciono le donne più malleabili, più magre, meno di te, più di te, non lo so, sono confuso.
Che palle.
Anni di Non sei tu sono io e nonostante i mille drammi emotivi sono sopravvissuta così a lungo da poter raccontare che si può sopravvivere.
Non solo.
Si può sopravvivere e sviluppare un ego decente.
Ancora.
Si può sopravvivere, sviluppare un ego decente e iniziare a selezionare la carne di prima scelta. Non oggettivamente di prima scelta, ma soggettivamente di prima scelta.
Quella che ci piace davvero, non solo quella che ci piacerebbe mangiare perché la mangiano tutti. Lo sappiamo che il controfiletto è buono, ma a noi piace il lardo di colonnata. E ci mangiamo il lardo di colonnata, leccandoci pure le dita, se decidiamo che così siamo finalmente appagate.
Quindi sopravviviamo, ci lecchiamo le ferite fino a trasformarle in tatuaggi indelebili, comprendiamo che valiamo, e non come dicono le smandruppate della Pantene, noi valiamo davvero e scegliamo chi ci pare.

Se in psicologia esistono le 5 fasi dell’elaborazione del lutto, esistono pure le 5 fasi di ripresa da uno stronzo.

  1. Non sei tu, sono io. Nel senso che tu, omino, sei una merda, io merito di meglio.
  2. Faccio finta di crederci.
  3. Faccio finta di crederci.
  4. Faccio finta di crederci.
  5. Ci credo. Davvero.

E a questo punto della nostra vita, quando finalmente attacchiamo con lo scotch i cocci della nostra fragilità, quando ci guardiamo allo specchio e ce ne freghiamo della cellulite che non è una malattia, quando pensiamo sti cazzi vado bene così, impariamo un’altra lectio magistralis che scolpiamo a caratteri cubitali sulla nostra preziosissima valvola aortica.
Non ho più voglia di essere trattata di merda.

(Però sono sempre attratta dagli stronzi. Checcazzo).

No sorella, dopo tutti i drammi shakespeariani che hai passato, non sei attratta dagli stronzi, per il semplice motivo che o sei più masochista di Anastasia Steele, e allora beccati il tuo dilatatore anale senza lamentarti, oppure quelli che tu chiami Stronzi, sono gli Uomini Decisi. Che Dio li abbia in gloria.
Questi soggetti sono coloro che hanno le chiavi della mia vagina e di quella delle mie amiche. Sono esseri leggendari, metà testosterone metà dammi tre parole SoleCuoreAmore.

Sono i Mark Sloan senza la promiscuità sessuale.
Sono i Rhett Butler senza la carrozza.
Sono gli Aladdin con la fedina penale pulita.
I motivi per i quali li trovo irresistibili, sono i seguenti:

1.Sanno quello che vogliono. Di conseguenza sanno anche quello che non vogliono. Il che significa che se scelgono è perché c’è un reale interesse. Non lanciano like a caso su Facebook per pescare nel mucchio qualche pesciolina che abbocchi. Se sono interessati, il loro pisello non è di dominio pubblico. Prendono la mira e si concentrano sulla preda.
E in un mare di indecisi, di Sì mi piaci ma non ho tempo di vederti, Sì mi piaci ma ho paura, Sì mi piaci ma la mia ex mi piace di più, questi uomini sono una boccata di ossigeno in una camera a gas, quando iniziamo a vedere unicorni e tunnel con luci sospettose.

2.Non sono degli zerbini. Restano se c’è da restare, altrimenti tante care cose, baby.

3.Parlano chiaro. Quello che vogliono è sul tavolo. Prendi o lasci? Non ci sono giochi, non ci sono frasi romaniche per giustificare una notte di passione. Il Black Jack è divertente perché non rispetta nessuna regola del Black Jack. Si gioca a carte scoperte, sempre.

4.Ci sanno fare. E poiché ci sanno fare è auspicabile che se sono single abbiano strappato a brandelli molte mutande, il che significa che a letto sanno dove mettere le mani. Non si attaccheranno al vostro clitoride come se stessero suonando il citofono, il che li rende più sessualmente appetibili dell’85% degli Homo Erectus che abbiamo finora conosciuto(che poi erectus, parliamone).

5.Non usano frasi declinate al plurale per fare colpo, nonostante sappiano perfettamente che se a una donna prometti un futuro, sarà più facile la sua conquista. Ma loro conquistano senza dover scomodare i tempi futuri. Non dicono Quest’estate potremmo andare da me, se hanno intenzione di fare solo sesso. Dicono Stasera stiamo insieme. Fine. Senza voli pindarici e sogni di Happy Ending che mai saranno.

6.La fisicità è affrontata in modo basilare. Mi piaci, ti bacio. E non Mi piaci ma ho terrore di provarci perché metti che mi dici di no, mi toccherà farmi 6 anni di psicoterapia con conseguente afflosciamento del pene. I maschi decisi ci provano e se si beccano un no sanno che è solo un no. Senza tragedie e psicosi varie.

7.Sembrano arroganti. Ma solo perché sanno cosa vogliono e sanno come ottenerlo. Non è arroganza, è sicurezza.

8.Ma soprattutto amiche, soprattutto, soprattutto. Ci trattano bene.

Bambini-640x320

Questa voce è stata pubblicata in Appuntamenti, L'amore secondo MaryG, Le trentenni, MaryG world.

Commenti

  • Maira Marconi

    Sì, ma dove sono?

Appuntamenti

Iscriviti alla Newsletter