Costume e Società

Chiara Ferragni è brava e non ho paura di dirlo

blondsa

Dico a te, sì. Tu che urli il tuo odio, il tuo sdegno, la tua indignazione verso Chiara Ferragni che terrà insieme al suo socio una lezione di Marketing ad Harvard.

Chiara Ferragni è brava, anzi no, è un genio.
Ora rileggi l’ultima parola perché non è seguita da un MA.
Chiara Ferragni è un genio. Punto.

Perché se fosse famosa  solo perché si è fatta due foto (cit.), lo sarei anch’io, lo saresti anche tu. E non lo sei e nemmeno io, perché non si diventa famosi grazie a due foto, si diventa famosi grazie all’intelligenza, alla costanza, alla dedizione, alla bravura, al talento.

Chiara non si è fatta solo due foto.
Ha capito il tempo in cui stava vivendo ed i suoi cambiamenti in ambito web, li ha sfruttati, ha applicato delle regole di marketing, ha creato una strategia e ha lavorato sodo. Ed è stata la prima a farlo. Le va riconosciuta una lungimiranza invidiabile, quella che ti fa dire Avrei dovuto pensarci io. Sì, ma non ci hai pensato.

Lei è diventata nel giro di un paio di anni la più famosa fashion blogger del mondo, e questo caro mio, è un merito. Potranno starti sulle palle le fashion blogger, ma parlare di moda non è molto diverso che parlare di calcio, di gossip, o di cronaca.
Ti sta sulle palle che abbia 8 milioni di fan su Instagram e che la sua vita sia tutta un rossetto, una paillette e un blush color pesca. Lo capisco, ma ti spiego due cose:

  1. La sua vita è sul web, gli accordi commerciali che fa riguardano il web, e le Major la pagano perché mostri le loro collezioni sul web. Non è ostentazione, è lavoro.  Chiara non è Gianluca Vacchi che fa Ciao Ciao con la manina con Hashtag sottinteso #CiaoPovery. Chiara lavora sodo, lavora in tutto il mondo e la sua azienda mantiene 25 dipendenti. Questo non è culo, questa è bravura.
  2. È giustamente orgogliosa della sua vita, che si è creata da sola. Senza amanti ricchi, raccomandazioni, politici che le palpavano il culo. Siamo tallente abituate alle Minetti, che non sappiamo riconoscere la bravura delle Ferragni.

Certo. Ci sono molte altre donne di cui andare fiere. Le ricercatrici, le dottoresse, le insegnanti che ci mettono l’anima, le mamme. Ma Chiara Ferragni non toglie nulla a loro. Si può essere orgogliosi di lei e di tante altre contemporaneamente. Non ha rubato niente a nessuno, ricordiamocelo sempre.

Anche tu hai talento e guadagni 800 euro al mese? Non è certo colpa della Ferragni.
Il talento non è democratico, purtroppo. Se lei ce l’ha fatta è perché è più brava di te (o di me). Facciamo pace con questo pensiero, perché invidiarla non farà del male a lei e non migliorerà te. Ma odiarla apertamente con commenti deprecabili, farà male a lei e renderà te una persona di merda.

Se pensi che quello che fa sia semplice, ti prego apriti un blog. Creati una strategia, fallo crescere.
Poi rispondi alle decine di mail che ti arrivano ogni giorno, mantieni il rapporto con i fan – che saranno la tua più grande fonte di soddisfazione e si meriteranno gentilezza – valuta le proposte commerciali che ti arriveranno (solo se sarai bravo e comunque ci vorrà un po’ di tempo), creati una web identity e una web reputation, perseguili entrambi, promuovi te stesso, forma una rete di digital PR che possano sostenerti, difenditi giornalmente da quegli stronzi degli haters, produci sempre contenuti e tieni d’occhio almeno 3 piattaforme social differenti. E dopo tutto questo vai a lavorare le tue 9 ore per portratri a casa uno stipendio , perché sappi che per per mesi e per anni, il tuo impegno sarà aggratis. Un hobby. Che a differenza di un hobby ti costerà fatica, lacrime, bestemmie e soprattutto un impegno giornaliero. Sappi che spesso penserai di non farcela. La gente parlerà di te e il tuo eventuale fallimento sarà alla portata di tutti. Ora rileggiti le ultime righe e dimmi. Vivresti così per anni? Pensi ancora che siano solo due foto? (cit.) E pensa che lei quando ha cominciato aveva 22 anni.
Pensi sia facile? Bene, fallo, fattura 20 milioni di dolori all’anno, e fatti mettere sulla copertina dei magazine di tutto il mondo,  come lei.

Io Chiara la ammiro molto.
Potrà non essermi simpaticissima.
Potrò pensare che se la tiri.
Potrò pure invocare giustizia divina perché Fedez doveva stare con me e non con lei.

Ma sai che c’è? Sticazzi, mica deve diventare la mia migliore amica.
Chiara è brava.
Testarda.
Caparbia.
Capace.
Furba.
Ha molte delle qualità che adoro in una donna.

Chiara è un’eccellenza, e spero che dopo essere andata ad Harvard, faccia un giro da casa mia, a spiegarmi due cose. 

Clap Clap ragazza, stendili tutti.

chiara-ferragni-winter-2016-cover-800x1092kisisel-bloguyla-un-kazanan-chiara-ferragni-nin-8709064_5029_m

Questa voce è stata pubblicata in Costume e Società, MaryG world.

Altre confessioni

Iscriviti alla Newsletter