Mondo femminile

Cosa vogliono le donne?

Ho passato anni a chiedermi cosa volessero gli uomini.

La puttana o la santa. La vergine o la disinibita. La timida o la sarcastica.

E ho capito che i maschi sono creature semplici come i primati e come i primati hanno bisogni semplici da soddisfare: Che la femmina non rompa le balle, che sia divertente e che ci sappia fare a letto. Poi ho preso questi accorgimenti li ho messi su un foglio, e ce ne ho fatto un’adorabile pallina, subito finita nel water.

Il punto è che crescendo, mi sono accorta che se il maschio medio è normalmente lineare al limite della noia, la donna media è lineare come una strada di montagna, curve, dirupi e slavine comprese. Se il dialogo uomo-donna fa schifo, sappiate che la maggior parte della colpa è nostra. Non vorrei dirlo, mi segherei le mani piuttosto che scriverlo, ma è così.

E qui arriva il bello, perché dobbiamo renderci conto che se i messaggi che noi facciamo uscire dalle nostre bocche non sono chiari, non verranno recepiti dal genere maschile.  E se non vengono recepiti come noi ci aspettiamo, in un attimo ci trasformiamo in draghi sputafuoco, in streghe psicopatiche con svariate manie di controllo.

Quindi amiche. Capiamo cosa vogliamo, chi vogliamo e io vi garantisco che non solo la vita ci sorriderà, ma la strada per la felicità sentimentale e vaginale sarà perennemente in discesa. 
Ricordandoci comunque sempre una regola di base: Gli uomini sono come i cuccioli di cane. Vanno educati se li si vuole ubbidienti.  

1.La presenza. Come lo vogliamo? Di quelli che si fanno sentire o di quelli che sono presenti come gli extraterrestri nei cieli nostrani? Perché se decidiamo che desideriamo giornalmente  un suo WhatsApp, poi non possiamo esordire con frasi come Eh ma che palle, quanto mi pressa! Preferite sentirlo una volta ogni tanto? Benissimo, ma allora è vietato lagnarsi con le amiche perché Cazzo un altro che scompare. Decidiamo, educhiamo, non ci lamentiamo.

2. Da quanto è solo? Ci sono donne che non vogliono i divorziati perché non se la sentono di avere uno spettro della ex molto ingombrante, altre che non vogliono figli della precedente relazione e va benissimo. L’importante – come al solito – è capire quello che si vuole. Se si è lasciato da poco sappiate che la ex ricomparirà a scadenza bimestrale come la bolletta della luce. Il vantaggio è che probabilmente gli frantumerà le palle quindi lui potrà paragonarla a voi, e se non c’è più un sentimento ci sono buone probabilità che scelga voi. MA c’è pure una piccola possibilità che torni con lei. Donne avvisate…
Se inverse volete un uomo libero da tanto tempo, ci sono altri fattori da considerare: promiscuità sessuale (non penserete mica che dorma da solo ogni notte, vero?), amici invadenti che hanno presa casa sua come un parco giochi e probabilmente una presenza materna costante, per non parlare del fatto che uno single da anni non è abituato a una donna fissa, quindi potreste fare molta fatica ad allenarlo alla vostra magnifica persona. Vi va bene, non vi va bene? Scegliete.

3.Molto simile o molto diverso? Dipende da quanto volete evolvere e quanto volete litigare. Perché un uomo diverso è un uomo che ha tante cose da insegnare e da imparare. Se è una persona intelligente gli scambi saranno bellissimi, i confronti pure, ma dovrete mettere in lista una serie di litigate feroci. E poi c’è da valutare una cosa fondamentale: le differenze sono complementari? Ovvero ciò che manca lui ce l’avete voi, o ciò che manca a lui manca a voi? Perché se è così direi di lasciare perdere: zero arricchimento millemila incazzature. Oppure preferite vivere nella comfort zone e prendere un tipo che vi assomiglia, di cui potete prevedere gli atteggiamenti? Se posso dare un consiglio, sceglierei la differenza che arricchisce, ma con valori di base simili. Se voi volete sposarvi, avere dei figli, mettere su casa e lui vuole solo giocare a calcio, il risultato sarà che perderete entrambi un sacco di anni fertili della vostra vita con la persona sbagliata. I valori in comune sono fondamentali, sempre. 

4. Sesso. Spesso, poco, sempre? Perché sappiate – e qui c’è la fregatura – che se impostate la vostra storia dove siete la reincarnazione di Moana, poi lui se la aspetterà sempre. Ed invece la maggior parte delle donne all’inizio della storia gioca a un ruolo che non gradisce, solo per fare bella figura e poi – puntualmente – disattende le aspettative. Vi piace il sesso in geniale e vi piace con lui? Che culo, fatelo, fatene tanto, fatelo il più possibile. Non si è dimostrato un amante all’altezza delle vostre speranze? Sono cazzi amari. Però parlarne serve. Fingere no.

Certo amiche. In medio stat virtus. Il problema è che in amore le vie di mezzo sono rarissime e spesso molto molto noise. D’altra parte noi siamo Donne dududu in cerca di guai, mica adorabili fanciulle dall’equilibrio impeccabile.

– Le donne non sanno cosa vogliono, ma sanno benissimo come ottenerlo –

Questa voce è stata pubblicata in MaryG world, Mondo femminile.

Altre confessioni

Iscriviti alla Newsletter